Tutti i colori degli animali

Tutti i colori degli animali, A. Ganeri, De Agostini, 2016
img_20180126_103231070_hdr img_20180126_103344899_hdr img_20180126_103305407_burst000_cover

“In natura, come abbiamo visto, molto spesso gli animali ‘abbinano’ il proprio colore all’ambiente circostante per nascondersi, ma se all’improvviso decidessero di mostrarsi tutti insieme formerebbero un magnifico arcobaleno vivente .” A. Ganeri

img_20180126_103656186 img_20180126_103743759

img_20180126_103516671 img_20180126_103645498

    Oltre il giardino del signore Monet

    Oltre il giardino del signore Monet, G. Ascari – P. Valentinis, Lapis Edizioni, 2015
    img_20171026_090936053 img_20171026_091037791 img_20171026_091003934
    “Gli anni tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento vengono chiamati ‘belle epòque’: un periodo d’oro in cui a Parigi e nel resto d’Europa fiorivano le arti,mentre le nuove scoperte scientifiche promettevano un brillante futuro. Proprioin questo periodo il pittore Claude Monet si trasferì a Giverny per dare vita al suo famoso giardino, che avrebbe poi ispirato i suoi dipinti più importanti.” Ascari

    Il primo #libroDAB di quest’anno omaggia uno dei più illustri pittori che la storia ricordi: Monet. E lo fa attraverso il suo giardino! Un modo di parlare di pittura e pittori senza mettere la tela al centro! Il libro racconta del momento specifico in cui Monet si trasferisce in Normandia, nella casa in cui darà vita al famoso giardino di ispirazione giapponese, che tanto peso avrà nella sua vita e nella sua arte. Interessante è scoprire l’attenzione e l’interesse che profondeva per il suo spazio verde, le conoscenze che ha maturato in merito, la gestione attenta e minuziosa che lo spinge a scrivere, quando è costretto a viaggiare, lunghe lettere ai sui giardinieri con istruzioni e raccomandazioni. Il suo desiderio di voler creare una nuova varietà di fiori con colori mai visti. Il libro ci consegna un Monet appassionato, attento, caparbio. Un racconto suggestivo con immagini poetiche Mi piace il taglio dato: che un singolo aspetto (giardino) possa parlare del totale (Arte). Un testo che ci ricorda che l’Arte non è mai fuori dalla vita. Un buon equilibrio di grandi immagini e parole semplici e incisive. Adatte a diverse fasce di età. Io l’ho provato anche con i piccolissimi, ed è stata una bella storia da condividere.
    img_20171026_091105398 img_20171026_091211953
    Perché leggere Oltre il giardino del signore Monet?
    - Un libro che svela e analizza Monet partendo da un aspetto apparentemente secondario della sua vita, ma che diventa il centro del racconto.
    - Alterna la parte narrativa, illustrazioni e momenti di vita di Monet, alla parte didascalica, a fondo giallo o beige, in cui si descrive il momento storico.
    - Immagini avvolgenti troneggiano nella pagina, relegando parole in fondo, poche ma incidenti, con copertina telata piacevolissima al tatto.
    - Interessante spunto per approfondire i link attivati tra arte, storia e botanica, un modo diverso di trattare materie diverse attraverso il taglio trasversale.
    - Presenta diverse chiavi di lettura, per diverse fasce di età e diversi temi che possono essere trattati in classe come la dedizione, la visione, la cura, la ricerca personale.
    img_20171026_091227070 img_20171026_091133666

      #OspiteDAB tutto il 2017

      E in un batter di ciglia siamo già a dicembre! Lo dice il calendario e altri ‘impercettibili’ segni nelle strade. Ecco un anno di #OspiteDAB, la rubrica in cui invito altre realtà a parlare di esperienze didattiche lega e a bambini e ragazzi. Ripercorro l’anno da gennaio, il mese più lontano ormai. È un bel viaggio, che tocca tutta Italia, sud, centro, nord, che fa una puntatina anche in un Museo della Croazia. Ringrazio chi ha accettato il mio invito a condividere il proprio percorso e la propri metodologia. È confortante vedere quanti ottimi progetti vengono messi in campo per coniugare il binomio Arte&bambini. Nonostante tutto! Potete rivedere anche l’intero #ospiteDAB 2016. Per il nuovo anno tanti altri contributi da non perdere. Intanto buona lettura!
      fustellacondurro dsc01456 siamomanifesti2
      Un anno di esperienze
      A gennaio Manuela Amadio conosciuta durante un convegno, racconta Hi-Storia , un progetto per creare audioguide interattive. Le cui parole d’ordine sono Arte, Storia, Accessibilità, Innovazione, Tecnologia, Laboratori didattici.
      ortona-lab-2 maker faire rome
      A Febbraio Tanja Suflaj, specializzata in archeologia subacquea e responsabile del Museo etnografico di Buie , ci apre le porte del Museo croato e ci racconta il progetto in cui i ‘piccoli esploratori’ sono scesi in una grotta a -90 metri!
      DSC_2456 DSC_2140
      A Marzo Assunta D’Urzo ci rivela il progetto Magnà che coniuga concetti come gioco, arte, comunità, investimento sociale. Dove ragazzi/e del Rione Sanità di Napoli, con i loro disegni, sono i protagonisti.
      14826246_10206354459413754_77315172_n 20160602_193852
      Ad Aprile Progetto School01 : un artista, una scuola di Roma, un laboratorio, un sogno. E al centro di tutto ragazzi e ragazze che attraverso l’arte, raccontano, si svelano, coinvolgono. Tutto attraverso le parole di Andrea Biavati.
      school01wall02primafase andreabiavati
      A Maggio Un progetto realizzato da una V elementare per dotare il proprio paese inclusivo e accessibile lavorando su un modello tattile ‘ Solbiate per tutti ‘. Un percorso nato nel e guidato da Museo Tattile Varese e raccontato da Livia Cormaggia.
      p_20170116_153806 p_20161128_154023
      A Giugno Laura Lanari racconta di un progetto didattico coinvolgente: un Tableau Vivant creato dal pubblico museale attraverso partecipazione, formazione e coinvolgimento. Un lavoro corale svolto ad Ancona.
      podesti-giuramento_anconetani tableauvivant
      A Luglio Un progetto affascinante che vuole avvicinare i bambini al nostro Patrimonio Culturale raccontandone un aspetto poco conosciuto direttamente in classe: il restauro va a scuola! Un’esperienza che ha superato ogni aspettativa. Nel racconto di Silvia Checchi e Federica Di Cosimo.
      teoria202 visita20iscr
      A Settembre con Mario Giuffrida conosciamo Lib(e)ri un progetto catanese, inclusivo e integrato, per la promozione alla lettura che muove i suoi passi dall’arte e conclude il suo percorso con una mostra di libri di (piccoli) autori!

      dsc09406 dsc09430