#DABinVisita

IMG_3412

#DABinvisita, è un progetto che coinvolge tutta la mia famiglia e che mi porterà su e giù per l’Italia a visitare, rivisitare e scoprire i Musei Italiani, attraverso lo sguardo speciale dei bambini. L’obiettivo non è quello di stilare una classifica, ma di conoscere il nostro stato dell’arte per raccontare le iniziative, gli sforzi, le storie di chi lavora per mediare e raccontare la nostra identità, storia e arte anche ai più piccoli!
E’ un’occasione per vivere un’esperienza familiare che ha come obiettivo, medium e legante il nostro Patrimonio Culturale!
IMG_3410 IMG_3438
Sono sempre stata convinta che i bambini vadano portati ovunque! Rispettando i loro tempi, le età, i contesti. Portati al parchi di divertimento, ai giardini pubblici, al cinema, al teatro, in palestra, in biblioteche, dagli amici..e anche al museo. Zaino in spalla, carta alla mano, curiosità nella testa!
Patire per un’esplorazione di qualunque tipo essa sia può solo arricchire! Grandi e piccoli. Deve essere fatta in considerazione delle esigenze di ciascun bambino, adattandolo all’età, rispettando i tempi dei propri bambini, valutando la fattibilità e i tempi di permanenza. Anche andare in un posto che non piace può essere frutto di dialogo costruttivo e veicolo di informazioni.
SAMSUNG IMG_3670
Ci sono dei luoghi che si prestano più di altri ad attirare l’attenzione dei bambini per loro stessa natura e altri, con meno appeal, in cui il grande lavoro di mediazione di operatori colma un apparente vuoto. Esiste la tecnologia che incuriosisce ma anche la voce di un racconto che rapisce. Esistono le nostre reazioni e la relazione che si crea quando parliamo con i nostri bambini e bambine.
Ho impostato #DABinVisita in maniera snella e consultabile. Un racconto delle circostanze, link ai siti o ai musei visitati, foto scattate e ma soprattutto le considerazioni che sono emerse insieme ai miei bambini. A volte un commento fanciullo illumina più di un testo di saggistica!
Spero possa essere un ulteriore occasione di confronto. Se siamo stati negli stessi musei…scambiamoci le impressioni! Buon viaggio! A breve il primo itinerario in cui vi porterò al Museo Del Balì! State connessi!

    Conversazioni sull’Arte #1

    Metodo Scelta Contesto
    Incontro intensivo su come avvicinare i bambini all’arte
    Dove: Spazio Libero, via Oberdon 4 Colle Val D’Elsa (SI)
    Quando: Sabato 15 Novembre e Sabato 20 Dicembre 2014

    Programma
    Ore 10.00-11.00 Chi ben comincia
    Il biglietto da visita immateriale. L’accoglienza, la conoscenza e il patto formativo. Base relazionale coi bambini pietra d’angolo di qualunque esperienza.
    Ore 11.00-12.00 L’io preferenziale
    L’importanza del punto di vista da cui guardiamo. Escursione urbana con lavoro outdoor. Elaborazione: dalla pratica fotografica alla didattica applicata.
    Ore 12.00-13.00 Creare le condizioni
    I fondamenti di una buona esperienza. Calibrare e valutare target, obiettivi, materiali, risorse e ambienti da creare.
    Ore 13.00-14.00
    Free lunch
    Ore 14.00-16.00 L’opera come ipertesto
    Quante informazioni si possono dare osservando un’opera. Giochi e attività create da me per mediare il genere, temi e informazioni.
    Ore 16.00-18.00 A ciascuno il suo
    Esplorazione di argomenti da cui far partire le esperienze. Differenze tra i contesti di applicazione. Le basi di un progetto di Didattica dell’arte per Bambini.
    Ore 18.00-18.30 Compiti a casa
    Saluti e feedback. Lancio di input da approfondire in altra sede e analisi di siti e testi utili al percorso proposto.

    Costo: 80,00 euro
    comprensivo di circa 8 ore di lavoro frontale, Cd con materiale DAB, consulenza on line post incontro per progetto di didattica iniziato durante l’incontro
    Partecipanti: massimo 12 ad incontro
    Per informazioni e prenotazioni: leontina@didatticaartebambini.it

      Impressioni dal #quintoconvegno APM

      SAMSUNG

      Ho lasciato decantare l’esperienza, fatta lo scorso week end, per non scrivere a caldo, per mitigare l’entusiasmo. Non perché sia negativo essere entusiasti, ma per analizzare lucidamente e in maniera ponderata tutti gli stimoli raccolti. Non ha funzionato granché: alcune cose continuano ad esaltarmi e altre a farmi rabbia. Se il tentativo di analisi distaccata non si è verificato, con ogni probabilità non era necessaria. Ma cerchiamo di dare un ordine a eventi e pensieri.
      Il 26 e 27 settembre si è tenuto a Viterbo il quinto convegno Nazionale dei Piccoli Musei. Cosa è APM?E’ un’associazione Nazionale (formata da Musei con presidente Giancarlo Dall’ara e coordinatore nazionale Caterina Pisu) che lavora per chiedere attenzione culturale e normativa adeguata al tessuto dei Piccoli Musei, che in Italia rappresentano la maggioranza. Il convegno ha affrontato temi vari qui potete trovare il programma con titoli e relatori. Ho apprezzato e seguito con attenzione ogni intervento, qualcuno con impostazione molto tecnica, altri molto colloquiale. Ho imparato tante cose utili per il mio lavoro. La nuova combinazione, di teorie anche note, miste a spunti ed esperienze, hanno innescato nuove dinamiche di riflessione. Colorando di sfumature le mie idee. Nessuno può dirsi immune a questa logica. E’ come possedere una costruzione fatta di mattoncini lego, a parità di pezzi ma cambiando la disposizione si creano altre infinite possibilità.
      Le suggestioni che ho raccolto
      Di diversa natura e di diversa entità. Ho visto un mondo che pullula. Ho visto persone, senza distinzione anagrafica, che lavora sforzandosi di superare i limiti e le difficoltà. Che sia un museo pubblico o privato emerge che la passione è la spinta maggiore per andare avanti. Ho percepito competenza e dedizione, conoscenza del pubblico e tentativi di sperimentazione. Mi hanno colpito tutte le storie. La genialità e l’ironia del @MuseoBora a Trieste, il sapore di un emozione che resiste al tempo con Il @MuseodelPRECINEMA a Padova, le sperimentazioni metropolitane del Museo della Scuola Romana di Roma, gli slanci collettivi e l’acquario didattico del Sistema Museale di Bolsena, la centralità sociale nella progettazione didattica dei @Museicapitolini, l’entusiasmo caparbio del @MuseoDelBottone a Sant’arcangelo di Romagna!
      SAMSUNG SAMSUNG Continua a leggere