Colore

Colore, Una biografia. Tra arte, storia, chimica, la bellezza e ei misteri del mondo del colore. BUR, ed. 2010
DSC_2402 DSC_2408 DSC_2403
“Nel periodo 1980-90, una delle tinture più importanti era ancora un estratto naturale. Proveniva dall’India, sotto gli auspici coloniali della Gran Bretagna, per cui l’industria dell’indaco era l’attività più remunerativa dell’Impero in Asia. Nel 1870 in India esistevano 28.000 fabbriche di indaco. (…)il Regno Unito ne dominava il mercato (…). Riuscire a sintetizzarlo avrebbe messo fine a questa dipendenza.” P. Ball

Saranno le mie ultime sperimentazioni che si rafforzano attraverso un lavoro che matura, e il fascino ipnotico dei pigmenti che mi pongono in una certa ottica, ma di questo libro oggi non poteri fare a meno. Un testo complesso scritto da un chimico, divulgatore, con sapienza, piacevolezza, precisione. Un classico moderno che tratta il colore dal punto di vista linguistico, mineralogico, culturale, psicologico, artistico, politico, economico. Insomma un argomento è trattato in maniera ampia e trasversale. Il primo capitolo, ‘necessario’ ci racconta l’autore, per spiegare fisicamente il colore: la luce, la materia, la percezione, la terminologia. Negli altri, procedendo temporalmente, racconta le pratiche alchemiche, poi diventate chimiche, le ricette tramandate nei secoli, le consuetudini artistiche, il mercato delle pietre, la ricerca della Pietra Filosofale preludio di scoperte altre, collegamento tra chimica e industria. E ancora molto altro su nazioni coinvolte, collegamenti tra oriente ed occidente, su opere ed artisti. All’inizio di ogni capitolo si trovano due citazioni che annunciano parte del contenuto. Un libro da avere per conoscere fatti, collegare storie, sfatare qualche mito.
DSC_2407 DSC_2405
Perché leggere Colore?
- È un libro con una vocazione interdisciplinare, con stile tra il manualistico, lo storico e il divulgativo.
- È ricco di spunti che possono essere approfonditi e di curiosità che possono essere utilizzate per creare laboratori intriganti e innovativi .
- È un libro che aiuta chi ama l’arte a comprendere le complessità del colore, la sua valenza scientifica, simbolica e sociale.
- Corredato da tavole a colori in cui sono riprodotti dipinti, affreschi, tavole, diagrammi cromatici, tavolozze temporali, pigmenti puri, sculture.
- Presenta un lavoro accurato e corposo, con bibliografia interessante che spazia dai testi scientifici ai trattati artistici.
- Utile per chi vuole avere una visione concreta spazio-temporale dell’uso del colore, cambiamenti di stile pittorico collegati anche ad opportunità di reperimento e scoperte industriali.

DSC_2406 DSC_2404

    Il Museo etnografico di Buie

    Sono davvero felice di ospitare Tanja Suflaj respondabile del Museo etnografico di Buie in Istria (Croazia). Ho avuto il piacere di conoscerla durante un convegno e di scambiare opinioni, esperienze, aneddoti. Specializzata in Archeologia subacquea, ci accomuna la stessa Laurea (la sua conseguita a Trieste) e la passione per la didattica. Dopo aver lavorato a vari scavi archeologici in Istria, dal 2013 Tanja lavora presso l’Università popolare aperta di Buie gestendo il piccolo Museo etnografico, occupandosi di vari campi che vanno dalla didattica museale, all’interpretazione, ai progetti museali. Ci racconta, in maniera semplice e diretta,  il progetto che ha portato bambini e bambine a 90 metri sotto il livello del mare!  
    DSC_2344 DSC_2320

    Continua a leggere

      La biodiversità didattica

      DSC_1821 DSC_1461

      Lavoro nella didattica dell’arte da un tempo ragionevolmente lungo da aver attraversato stagioni differenti. Sento di vivere un momento cruciale come donna, professionista, genitore.Sempre più studi e statistiche ci confermano che non stiamo facendo un gran lavoro per la creatività ed espressività delle giovani generazioni. Eventi di ogni sorta scuotono il nostro pianeta sollevano taglienti riflessioni polimorfe. Perché la vita, come l’arte, non è a compartimenti stagni. Continua a leggere